Cell: 333-3425010  vit.morelli@tiscali.it 

SAGGI SUL CIBO

il rancio di bordo

L’ideale e il materiale del cibo fra i pescatori, in A. Manodori (a cura di), Il rancio di bordo. Storia dell'alimentazione sul mare dall'antichità ai nostri giorni, Roma, Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, Edizioni Il Geroglifico, 1992.

(Gabriella Mondardini Morelli)

I pasti quotidiani, consumati a bordo o in famiglia, e i pasti cerimoniali, legati a momenti particolari festivi e lavorativi, rimandano ad una complessa dinamica sociale che l'analisi di queste situazioni legate al cibo può contribuire a comprendere.

Leggi il saggio "Il rancio di bordo"

 ---------------------------------------------------------------------------

Saperi, cibo e identità, in T. Fogacci e G. Sanna (a cura di) Una strategia mediterranea per lo sviluppo e la democrazia locali nel mediterraneo. Editions Dumame, MMVII, 2007.

(Gabriella Mondardini Morelli)

Se Demetra è la potenza civilizzatrice del cibo solido, portando i cereali, Dioniso è la forza civilizzatrice della bevanda. I saperi che riguardano la produzione del cibo sono attribuiti ad una potenza sovraumana. Entrambe le divinità conducono l’uomo dal selvatico al coltivato, dalla natura alla cultura. Ma la cultura è ciò che differenzia gli esseri umani. L’uomo è un essere incompleto, che si completa attraverso la cultura, ma non una cultura generica, bensì quella cultura che apprende nel gruppo sociale in cui nasce, dove impara anche che cosa è “buono da mangiare” e cosa non lo è, come si produce, si cucina, si consuma il cibo, quando si mangia, dove si mangia e con chi si mangia.

Leggi il saggio "Saperi, cibo e identità"